Cerca:
Login: Password: Registrati
Ricorda password
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
CONTATTI
INCONTRI SENSIBILI
RETE DI SENSIBILI ALLE FOGLIE

Altre Culture
Analisi istituzionale
Cantieri di socianalisi narrativa
Diversamente abili
Fantascienza
Fantasy
Immigrazione
Istituzioni totali
L'evasione possibile
Lutto
Malattia
Narrativa sociale
Pedagogia
Poesia
Progetto memoria
Psichiatria critica
Ricerca sociale
Scenari di guerra
scuola
Servizio sociale
Stati modificati di coscienza
Storie di vita

L'AMBASCIATRICE DEI DRAGHI
Dettagli € 23,00

IL SERVIZIO SOCIALE DI TERESA OSSICINI CIOLFI: UNA SCELTA DI VITA


Prezzo*: € 14,00 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Teresa Ossicini Ciolfi è stata la più grande ricercatrice del servizio sociale italianodel ’900. La ricerca veniva intesa da lei non come sostituto dell’azione, macome strumento di conoscenza-azione rivolta al cambiamento. A tale propositodiceva che le attività di ricerca non dovevano finire per riempire i vuoti determinatidalla mancanza di azione. L’assistente sociale doveva conoscere eagire nel proprio campo d’intervento per fare il bene della comunità. Il suo interesseper la ricerca era mosso da un’angoscia, ma questa non le impediva diagire; al contrario, era la condizione stessa della sua azione. Un capo carismaticocome lei che doveva scegliere e decidere l’oggetto della ricerca non potevanon provare angoscia. Insomma, era un’angoscia positiva che la portava afare della ricerca una scelta di vita. Per Teresa Ossicini Ciolfi la ricerca non avevafine; era un processo interminabile, uno slancio vitale, una forte tensioneideale. La sua opera fondamentale, Ricerca e servizio sociale, è uno dei capitolifondamentali della storia del servizio sociale. Ella ha ricostruito la sua operaoriginale volando liberamente con le ali dell’immaginazione e della creatività.È l’inizio di qualche cosa di nuovo che non ha precedenti nella storia del serviziosociale, e che può essere accostato all’evento miracoloso della natività: unbambino è nato fra noi. Con la morte di Teresa Ossicini Ciolfi è finito il serviziosociale della speranza, ossia quel servizio sociale che invita ad agire pensandoil bene. Perché il fine ultimo del servizio sociale è sempre quello: far delbene alla gente, aiutare gli uomini nella lotta contro il dolore. GIUSEPPE CERTOMÀ è nato a Stilo (RC) l’8.2.1942. Ricercatore e studioso dei problemidel servizio sociale. Tra le sue opere ricordiamo: Per un servizio socialedella giustizia umano, autonomo e creativo. In cammino verso la comunità(2000); Il servizio sociale: storia, ricordi, pensieri. Viaggio alla ricerca di unatraccia (2002); Guido Calogero e Maria Calogero Comandini. Il servizio socialein una democrazia moderna (2005); Il servizio sociale è l’etica praticadell’altruismo. Storia principi e fondamenti (2006); Angela Zucconi. Il lavorosociale di comunità come partecipazione dal basso (2008); Il carcere discaricae il tramonto del servizio sociale della giustizia (2010).




Torna alla homepage




PIVA: 03917011003 | Uso dei cookies