Cerca:
Login: Password: Registrati
Ricorda password
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
CONTATTI
INCONTRI SENSIBILI
RETE DI SENSIBILI ALLE FOGLIE

Altre Culture
Analisi istituzionale
Cantieri di socianalisi narrativa
Diversamente abili
Fantascienza
Fantasy
Immigrazione
saggi
storie
Istituzioni totali
L'evasione possibile
Lutto
Malattia
Narrativa sociale
Pedagogia
Poesia
Progetto memoria
Psichiatria critica
Ricerca sociale
Scenari di guerra
scuola
Servizio sociale
Stati modificati di coscienza
Storie di vita

L'AMBASCIATRICE DEI DRAGHI
Dettagli € 23,00

DIFENDERE LA ‘RAZZA’

Prezzo*: € 16,00   Siamo spiacenti, il prodotto non è al momento disponibile.

Richiedi avviso

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Questo libro nasce da una ricerca sulla genealogia della mentalità razzistain Italia; un lavoro di tessitura fra la storia dell’impresa coloniale nel Cornod’Africa, i dispositivi dell’immaginario di conquista, le biopolitiche di Mussolininell’Impero e in territorio nazionale.L’originalità di questa ricerca consiste nell’evidenziare, anche da una prospettivadi genere, il convergere di diversi piani e codici comunicativi, cosìcome di diverse discipline e saperi, nella costruzione della ‘razza italiana’. Labibliografia utilizzata è, di conseguenza, ampia e variegata: i testi di storiadel colonialismo fanno da sfondo ai discorsi su ‘razza’ e genere contenuti intesti medici, giuridici e antropologici, così come nei romanzi, nei quotidianie nelle riviste di divulgazione popolare.Oggi i vecchi e sperimentati dispositivi razzisti e de-umanizzanti formatisiin quegli anni si stanno riattivando sulla pelle di donne e uomini migranti emolte parole, proprie dell’ideologia di quell’epoca, si ripresentano nel linguaggioquotidiano, così come torna a riaffacciarsi sempre più prepotentementeuna concezione della donna e della famiglia di stampo clerico-fascista.L’auspicio è che questo lavoro possa essere non solo un contributo alcontrastato e faticoso evolversi degli studi coloniali, ma anche uno strumentocritico per conoscere questa parte della storia italiana e prevenire la ricadutanell’orrore della barbarie fascista.




Torna alla homepage




PIVA: 03917011003 | Uso dei cookies